Home Moderazione Velocità Presentato il Dizionario della Sicurezza Stradale

Presentato il Dizionario della Sicurezza Stradale

64
0

(Clicca qui per scaricare il Libro)

Roma, 15 luglio 2015. Alla Sala del Cenacolo alla Camera dei Deputati è stato presentato il Dizionario della Sicurezza Stradale, 144 pagine, 40 schede dalla A di Alcol alla Z di Zone 30 e 30 pagine di proposte per contrastare la violenza e l’insicurezza stradale. Il presidente della Fondazione Luigi Guccione è partito subito all’attacco. “E’ necessario che il Parlamento italiano recepisca la Direttiva Europea 2012/29 sulle vittime di reato per dare alle vittime della strada lo status  pari a quelle di altri reati penalmente rilevanti perché l’Italia è a rischio sanzioni da parte dell’UE (abbiamo tempo fino a fine novembre) e che il Parlamento approvi in tempi certi e rapidi una Legge di assistenza alle vittime della strada (un testo è contenuto nel Dizionario).

Sono intervenuti i parlamentari:  Minnucci Emiliano, Commissione Trasporti Camera Deputati, Gruppo PD, Gandolfi Paolo, Commissione Trasporti Camera Deputati PD, Rondini Marco, Deputato della Lega Nord, Lubatti Claudio, Assessore Trasporti, Infrastrutture, Area metropolitana Comune Torino, Mino Giachino, Responsabile Forza Italia Infrastrutture e Trasporti, presente anche il Deputato Bordo Franco,  Gruppo Sinistra Ecologia e Libertà Camera Deputati, aveva comunicato la presenza ma non è venuto l’on. De Lorenzis Diego, Segretario Commissione Trasporti Camera Deputati Gruppo M5S.I dati sono stati forniti dalla dott.ssa Bruzzone dell’Istat sulla situazione: c’è una battuta di arresto nelle diminuzioni di morti e feriti degli anni passati, meno 1,6% nel 2014 rispetto all’anno precedente; ciclisti, pedoni, motociclisti da soli fanno quasi il 50% dei morti totali, più forte è la crisi meno morti ci sono nei Paesi (Grecia meno 37,1%) ma anche Portogallo, Spagna, Slovacchia, Slovenia, Romania abbattono i morti in modo consistente dal 2010 al 2014..Dice il Presidente della FLG, Giuseppe Guccione: “Dal 2002  al 2014 il calo dei consumi di carburanti (Fonte Unione Petrolifera è passata da 16 milioni di tonnellate a 7.883.000 milione di tonnellate. Con una diminuzione  del 50,8%. La crisi, dice Guccione come in Grecia e negli Paesi “deboli” dell’Euro Zona, fa diminuire i morti perché le macchine stanno ferme e la crisi colpisce i cittadini!”Sono anche intervenuti: Cassaniti Giuseppa (Presidente Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada) De Russis Vito (Presidente Federcamminacittà),  Guidarini Marco (Presidente Associazione Motociclisti Incolumi), Iovino Leopoldo (Comitato “F. Paglierini”, Familiare vittima Strada), Manera Arturo (Associazione Italiana Piccoli Comuni d’Italia), Mazzoni Paolo (Responsabile Rapporti Istituzionali Assosegnaletica), Valetto Maria Rosa (AzioniQuotidiane), Nicolais Claudio, Movimento Salvaciclisti, Alfredo Giordani, Associzione Vivincittà.Andare a convocare gli Stati Generali della Sicurezza stradale con al centro un forte intervento sulle città (Zone 30, controlli, finanziamenti per la loro sicurezza, in strada e salute) ma anche ristoro alle vittime con la legge per l’assistenza, educazione stradale nelle scuole, soldi per le politiche di sicurezza stradale “15 euro per abitante all’anno” come prevede il Piano nazionale della sicurezza stradale (L:144/99).I parlamentari Minnucci e Gandolfi del PD e Rondini della Lega si sono detti da subito impegnati a chiedere al Parlamento ed al Governo di riconoscere la Giornata Mondiale della Memoria delle vittime (terza domenica di novembre) dichiarata dell’ONU su proposta delle Associazioni delle vittime e il recepimento delle Direttiva sulle vittime di reato. Di lavorare anche per creare una sorta di “interguppo” per la sicurezza stradale nel quale confrontarsi sulle questioni relative alla materia.

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here